…che dire…

…prosegue la saga…stamattina lo stronzo (perchè ormai non mi viene in mente
nessun'altro termine per definirlo…) si  è presentato al nido, per salutare Alice…
chissà perchè si ricorda di avere una figlia soltanto quando deve rompere i
cosiddetti…e così mi è preso un momento di panico…ho chiamato la direttrice,
mi sono fatta assicurare che non gli darebbero mai la pupina senza prima
avvertirmi e ho preso la decisione di prendere appuntamento con l'avvocato…
…cosa che ho cercato fino ad ora di non fare, perchè mi sembrava una soluzione
davvero estrema…
…purtoppo siamo arrivati ad un punto…e come se avesse fatto di tutto per farmi
tirare fuori tutta la stronzaggine…e poi per cosa? …non so…non riesco
nemmeno a trovare le parole…

…che dire…ultima modifica: 2007-02-22T14:22:38+01:00da a_lucenera
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “…che dire…

  1. Ma che diavolo stai facendo!! Avvocato? per dirgli cosa? Che il padre di tua figlia vuol vedere la sua bambina? Perchè non può andare nemmneo all’asilo per trovarla? Non hai il diritto di questo divieto lo sai? Avvocato??? ma con che accuse? per dirgli cosa? rifletti bene!! Se non sei stata picchiata, violentata, seviziata, oltraggiata in qualsivoglia maniera, non puoi andare da un avvocato per tutelare nessuno! da cosa? Io lo dico soprattutto per te.. così facendo passeresti dalla parte del torto.. vietare ad un padre di vedere sua figlia senza nessuna motivazione provabile otestimoniabile ti farebbe solo passare dalla parte dell’errore!! Scusa il mio sfogo ma anche io ho fatto i tuoi stessi errori a suo tempo! Rifletti bene!Ricordati che è suo padre!!

    A presto

    Lucia P.

Lascia un commento