è un periodo strano…

è un periodo strano…..umore quasi sempre nero…nervosismo a livelli altissimi….continuo a mangiare…..per fortuna che mi sono iscritta in palestra…così mi sfogo un pochino…lo sò che può sembrare banale, ma era l’unica cosa che mi è sembrata valida in questo momento stranissimo della mia vita….Stò cercando di rimettere ordine…ma non riesco a togliermi dalla testa alcune cose…mi ci vuole un pochino di tempo….

è un periodo strano…ultima modifica: 2003-09-26T12:28:20+02:00da a_lucenera
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “è un periodo strano…

  1. Vorrei sapere a che cosa è servito
    vivere, amare, soffrire,
    spendere tutti i tuoi giorni passati

    se presto hai dovuto partire,
    se presto hai dovuto partire.

    soffrire è parte di noi, è dentro di noi(..tu donna partorirai con dolore..avendo poi una gioia infinita come un bimbo), ma proprio per questo siamo in grado di trasformarla in trampolino verso le prossime future gioie soddisfazioni.. .. chi non ha sofferto…non è in grado di capire apprezzare appieno la gioia il piacere…la vita…mi sembra di essere un po’ marzullo…la sofferenza aiuita a vivere o vivere è sofferenza….. beso dal tuo divanetto!!!

  2. soffrire…..un pochino morire…..un pochino partire….soff rire mantiene vivi…può darsi…sai qual’è il mio problema? che non soffro per una persona, o per lo meno non più di tanto….ma per quello che ci sarebbe potuto essere tra me e questa persona, e non c’è stato…e non per mia scelta o volere…ma per le sue paure….è questa la sofferenza più enorme….

  3. assurdo ma vero; per apprezzare la vita bisogna per forza attraversare il tunnel, trovarsi massacrati, e chi più ne ha più ne metta! secondo me apprezzare la vita significa, una volta presa coscienza, ma soprattutto preso possesso della situazione, trovare quella serenità che inizialmente stupisce e poi ci fa rinascere. ora siamo “grandi”, apparteniamo al mondo degli adulti ed è lì che ci sentimo soli. ma questo non deve spaventarci, si può vivere anche senza gli altri, o senza altri esseri che riteniamo fastidiosi. oltre alla palestra, e hai fatto benissimo a iscriverti, prova a guardarti attorno, guarda cosa regala un tuo sorriso, guarda cosa regala una tua carezza. inizia tu, il resto verrà da sè. se sei giù
    e non fai altro che mostrare senza ritegno il tuo umore nero, dimmi, sinceramente a chi fai venire voglia di starti vicino???aiutat i, tanto più sei “nera” e più sei sola! Un abbraccio, ciao. PS: non sono per niente d’accordo con ciò che dice la tua scrittrice del cuore:…”In effetti una donna che vive sola senza uno scudo istoriato senza una storia di bimbi non è nè madre nè donna ma un ibrido nome che viene stampato in calce alla tua pagina” ALDA MERINI, scherziamo????c ome sarebbe a dire? io non ho figli nè marito ma non mi sento affatto un ibribo, nè per me, nè per la società!

Lascia un commento